ANCHE CINEMA ROYAL

 

PROGRAMMAZIONE I prossimi eventi

 

PRESENTA IL TUO PROGETTO
PRESENTA IL TUO PROGETTO
PRESENTA IL TUO PROGETTO

PRESENTA IL TUO PROGETTO

Leggi tutto
ANCHECINEMA CARD
ANCHECINEMA CARD
ANCHECINEMA CARD

ANCHECINEMA CARD

Leggi tutto
LA TUA FESTA
LA TUA FESTA
LA TUA FESTA

LA TUA FESTA

Leggi tutto
PARCHEGGIO CONVENZIONATO
PARCHEGGIO CONVENZIONATO
PARCHEGGIO CONVENZIONATO

PARCHEGGIO CONVENZIONATO

Leggi tutto
MOSTRA di CLAUDIA MESTO
MOSTRA di CLAUDIA MESTO
MOSTRA di CLAUDIA MESTO

MOSTRA di CLAUDIA MESTO

Leggi tutto
ESPRESSIONI DELL'ANIMA
ESPRESSIONI DELL'ANIMA
ESPRESSIONI DELL'ANIMA

ESPRESSIONI DELL'ANIMA

BARI VISUAL STATION
Mostra personale di Maria de Marzo
Dal 3 al 17 giugno nello spazio espositivo dell'ANCHECINEMA

Leggi tutto
ALLA RICERCA DI UN SENSO
ALLA RICERCA DI UN SENSO
ALLA RICERCA DI UN SENSO

ALLA RICERCA DI UN SENSO

proiezione del film ALLA RICERCA DI UN SENSO

mercoledì 31 maggio ore 21
ANCHECINEMA

Leggi tutto
MY ITALY
MY ITALY
MY ITALY

MY ITALY

Proiezione del film MY ITALY

19-20-21 maggio / ore 21

ANCHECINEMA
Biglietti disponibili al botteghino e nella sezione BIGLIETTERIA di questo sito

Leggi tutto
PIIGS
PIIGS
PIIGS

PIIGS

domenica 21 maggio ore 19

Leggi tutto
MEXICO!
MEXICO!
MEXICO!

MEXICO!

Proiezione del documentario MEXICO! Un cinema alla riscossa

20 maggio ore 19
ANCHECINEMA

Biglietti disponibili al botteghino e nella sezione BIGLIETTERIA di questo sito

Leggi tutto
Martedì, 16 Maggio 2017 20:39

MY ITALY

Proiezione del film "MY ITALY" di Bruno Colella

venerdì 19 maggio / ore 21
sabato 20 maggio / ore 21
domenica 21 maggio / ore 21

ANCHECINEMA Bari
Parcheggio convenzionato in Corso italia 45 (altezza via Manzoni)

Biglietti al botteghino dell'AncheCinema e a breve su questo sito nella sezione BIGLIETTERIA

INFO sms/whatsapp 329 611 22 91

Un produttore italiano gira l'Europa insieme al suo segretario in cerca di fondi per finanziare il suo nuovo film, "un progetto così particolare che pochi lo capiscono, soprattutto le banche" e che vede protagonisti quattro artisti contemporanei stranieri di stanza a Roma: lo scultore polacco Krzysztof Bednarski, il video-artista danese Thorsten Kirchoff, il pittore americano Mark Kostabi e il performance artist malese H.H. Lim.

Mentre il produttore fa la sua questua, ai quattro artisti succedono strane avventure: una vedova di camorra chiede a Bednarski di replicare per il marito il monumento funerario che lo scultore ha dedicato a Krzysztof Kieslowski a Varsavia; un idraulico comunica a Kirchoff che la sua installazione alla Certosa di Padula, che raffigura un bagno, perde acqua e va spostata per riparazioni; Kostabi va in giro porta a porta a vendere i suoi quadri che scambia anche con pasti gratis presso i migliori ristoranti di Roma; Lim si innamora di una turista italiana vista a un tavolino del Caffè Greco e decide di seguirla.

My Italy è un film-nel-film, una sorta di folle divertissment dedicato all'aspetto surreale dell'arte moderna e a coloro che decidono di dedicare all'arte la propria vita: non solo scultori e pittori, ma anche cantanti, attori, e soprattutto cineasti. Bruno Colella, regista, sceneggiatore e interprete (nei panni del produttore) di questa commedia fuori formato (e spesso fuori di testa) crea una commedia sui paradossi dell'arte moderna senza mettere in ridicolo gli artisti o i loro seguaci, come hanno fatto Woody Allen o film come l'argentino L'artista.

Colella ha attinto alle sue numerose amicizie e collaborazioni nel mondo del teatro e del cinema affidando a ognuno un piccolo ruolo che porta avanti un frammento della narrazione: attori come Piera Degli Esposti, Alessandro Haber, Lina Sastri, Rocco Papaleo, Luisa Ranieri, Serena Grandi (in un cammeo eminentemente metacinematografico), Sebastiano Somma (strepitoso nella sua inaspettata apparizione kitch) e gli inarrivabili Nino Frassica e Remo Remotti, ma anche molti musicisti della scena napoletana- Eugenio ed Edoardo Bennato, Tony Esposito, Petra Montecorvino, Enzo Gragnaniello, Nicola Vorelli - e qualche "nome" di importazione: uno per tutti, l'attore-regista polacco Jerzy Stuhr.

A collegare le vicende dei quattro artisti protagonisti, e a contestualizzarli nella scena dell'arte contemporanea, è il critico d'arte Achille Bonito Oliva, che qui si rivela anche ottimo interprete comico. My Italy è davvero uno strano pesce: uno spettacolo di arte varia, un diario di viaggio attraverso l'Europa e l'Italia, un omaggio al mondo lunare degli artisti e ad alcune città - su tutte la Roma attraversata dal fantasma di Fellini (e del suo Roma) e una Napoli che respira musica e si nasconde negli anfratti più segreti. Non c'è una trama lineare, né una coerenza stilistica (anche se la fotografia di Blasco Giurato fa del suo meglio per unire i puntini) e My Italy resta caotico e sbullonato, una commedia sui generis che tracima vitalità e che a tratti fa ridere di gusto.

Nel suo modo scomposto e sgarrupato rende giustizia a un mondo, quello degli artisti, e a un Paese, il nostro, senza capo né coda, che sopravvivono ogni giorno rivelandosi occasionalmente capaci di gesti altissimi e profonda umanità. E i quattro artisti protagonisti, interpretando se stessi, si prestano al gioco con divertita autoironia.

Pubblicato in CINEMA
Martedì, 16 Maggio 2017 20:28

SAPORE DI SALE

Sapore di Sale
Spazi cinematografici a Bari tra testimonianze storiche e prospettive future

Bari, 20 maggio 2017 | Ex Arena Moderno | AncheCinema

A cura di Francesco Maggiore, Silvia Sivo, Daniela Treveri Gennari

PROGRAMMA

10:00 | Arena Moderno
Viale del Tramonto: percorso itinerante attraverso i cinema del quartiere Libertà

15:00 | AncheCinema
::: La Puglia e le sue sale cinematografiche
Francesco Maggiore, autore della ricerca Territori del Cinema, presidente della Fondazione Gianfranco Dioguardi, membro nucleo tecnico regionale di valutazione per l’esercizio cinematografico

::: Le sale rinate: progetti pionieri
Silvia Sivo, ExpostModerno
Andrea Costantino, AncheCinema Royal
::: Le sale attraverso lo sguardo degli spettatori

Presentazione del progetto "Mapping European cinema: a comparative project on cinema-going experiences in the 1950s", Daniela Treveri Gennari (Oxford Brookes University), Pierluigi Ercole (De Monfort University), Lies van de Vijver (Ghent University), e proiezione dell'estratto documentario Italian Cinema Audiences.

::: Riflessione pubblica, insieme a:
Francesco Moschini, coordinatore scientifico Territori del Cinema

Giulio Dilonardo e Francesca Rossini, Presidente e Segretario Generale di Anec e Agis di Puglia e Basilicata

Maurizio Sciarra, Presidente Fondazione Apulia Film Commission

Silvio Maselli, Assessore alle Culture del Comune di Bari

Claudia Attimonelli, docente di Cinema, fotografia e televisione e Semiologia del Cinema e degli Audiovisivi nel Dipartimento di Formazione, Psicologia e Comunicazione dell’ Università degli Studi di Bari Aldo Moro

Saba Ercole e Salvatore Scilipoti, associazione culturale La Scatola Blu
modera: Valentina Ieva, co-autrice della pubblicazione Territori del Cinema

15:00 - 19:00 | Foyer AncheCinema
Amarcord: raccolta di testimonianze degli spettatori/ esercenti/ gestori/ proprietari delle sale cinematografiche di Bari e di materiale (locandine cinematografiche, foto storiche, biglietti) per un archivio digitale

19:00 | AncheCinema
Proiezione del documentario "Mexico! Un cinema alla riscossa", la storia di indipendenza e libertà di Antonio Sancassani, appassionato gestore di una delle ultime sale mono-schermo rimaste nella città di Milano

▸▸▸ https://www.facebook.com/events/1556508711048965/

C'era un tempo in cui i cinema, luoghi del sogno per eccellenza, costellavano i quartieri di Bari, rappresentando piccoli fari di cultura - d’essai e popolare insieme - e socialità, nonché preziosi presidi per l’economia locale.

Ognuno, chi giovane e chi più anziano, conserva nella mente il ricordo di una sala, l'odore delle poltrone, la traccia luminosa di un'insegna, una visione tra amici o un appuntamento romantico.

In una città che ha visto perdere un patrimonio di sale cinematografiche, questo processo quasi inarrestabile
ha unito molti nella nostalgia e nell’indignazione, ma purtroppo non nell’azione propositiva.

Che significava prima e che significa oggi “andare al cinema”? Quali ruoli contemporanei si possono riscoprire per le sale cinematografiche ancora esistenti ma in stato di abbandono? Come si possono favorire nuovi programmi d'uso e modelli di gestione?

Durante la giornata si rifletterà su questi temi, tramite un'esplorazione urbana alla scoperta dei cinema scomparsi del quartiere Libertà e attraverso un ragionamento condiviso con istituzioni, operatori e, in particolare, con il team di European Cinema Audiences, promotori di un progetto comparativo sul patrimonio cinematografico volto a esplorare diverse culture cinematografiche europee del periodo del secondo dopoguerra, finanziato dalla British Academy/Leverhulme e diretto dalla Oxford Brookes University,
dalla Universiteit Gent e dalla De Montfort University Leicester (DMU).

Sapore di Sale è un’iniziativa ideata e promossa nell’ambito della ricerca “Territori del Cinema: Stanze, Luoghi, Paesaggi” (coordinata da A.A.M. Architettura Arte Moderna, Fondazione Gianfranco Dioguardi e Regione Puglia) in collaborazione con expostModerno, con l’obiettivo di riattivare le sale cinematografiche dismesse e abbandonate presenti sul territorio regionale. Oggetto e primo esempio di questa sperimentazione di riattivazione architettonica e culturale è l’ex Cinema Arena Moderno nel quartiere Libertà di Bari, che grazie al lavoro avviato dall’Associazione Pop Hub e che vede attiva una rete di giovani realtà e professionisti
(baresi e non) presto diverrà un cortile culturale urbano aperto alla comunità, alla cultura indipendente e
popolare e alle pratiche artistiche accessibili, sia per chi ne fruisce, sia per chi le fa.

L’iniziativa vede la collaborazione di ANCHECINEMA, spazio polifunzionale nato dalla progettazione e
ristrutturazione compiuta con fondi privati nel 2016 dalla società AncheCinema dello storico Teatro dei
Ferrovieri, inaugurato nel 1935, poi diventato Cinema Lucciola, infine Cinema-Teatro Royal.

Pubblicato in CINEMA
Mercoledì, 01 Marzo 2017 20:51

RACING EXTINCTION / documentario

Per la seconda volta in Italia:
proiezione del documentario RACING EXCTINCTION
Martedì 21 Marzo - ore 20.30
Anche Cinema Royal (Bari)

Attraverso questo documentario, la Oceanic preservation Society (OPS) ed il regista premio Oscar Louie Psihoyos, mostrano il mondo nascosto delle specie minacciate e raccontano la sfida per proteggerli contro l'estinzione di massa, trovando il modo per infiltrarsi nei più pericolosi mercati neri di animali rari del mondo e usando strumenti ad alta tecnologia per documentare il legame tra emissioni di carbonio e l'estinzione delle specie.
RACING EXCTINCTION mostra immagini mozzafiato mai viste prima che cambiano il modo in cui vediamo il mondo.

Ospiti della serata: JONIAN DOLPHIN CONSERVATION

Costo del biglietto:

- Intero 3 €
- Ridotto 2 € (in possesso di tessera GreenRope)

Per ulteriori info:
Stefano Bellomo (GreenRope Coordinator): 3385343214

Pubblicato in CINEMA
Mercoledì, 01 Marzo 2017 20:47

FIGLI della LIBERTA' / evento speciale

Anteprima nazionale del documentario Figli della libertà e incontro con il pubblico.

Trailer: http://tinyurl.com/fdltrailer

Niente materie, niente compiti, niente banchi... Ma chi cresce libero morirà schiavo come noi? E' la domanda di una famiglia che ha lasciato l'educazione tradizionale per cercare un nuovo immaginario di scuola.

Dai registi di Unlearning arriva Figli della libertà.
Scopri il film qui e prenota il tuo biglietto: https://www.facebook.com/events/1044374832374317/

Il film sarà per l'occasione presentato dall'artista Sergio Scarcelli che inocontrerà il pubblico con un incontro sul tema

"MANI SOTTO LA PIOGGIA"

Segue sanguinoso dibattito sul tema.

Prenota il tuo biglietto, supporta il progetto QUI: https://www.facebook.com/events/1044374832374317/

Pubblicato in CINEMA
Mercoledì, 08 Febbraio 2017 17:37

TOP FILMS: AGORA

AGORA, un bellissimo film sullo scontro tra fede e ragione, una lezione molto attuale proveniente dall'antichità, un film per molti versi scomodo, è il primo film della rassegna cinematografica in lingua inglese TOP FILMS


Come sta messo il vostro INGLESE?


A soli 3€ ( 2€ per gli iscritti alla scuola) a cura di una grande scuola barese la quinta edizione della rassegna cinematografica TOP FILMS in lingua INGLESE che non potrete perdere!


Venerdì 10 febbraio alle ore 21 proiezione con presentazione in lingua del film AGORA a cura della LORD BYRON COLLEGE
AncheCinema Royal

 

   ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO

Pubblicato in CINEMA
Hai un'idea? Vuoi presentare un progetto? Scopri come